Trapani al giro di boa, un girone di andata con i fiocchi!

Foto Trapani Calcio Ph Pappalardo

Con la vittoria ottenuta contro il Catanzaro, il Trapani ha chiuso il suo campionato di andata a quota 37 punti in 18 partite (meno uno di penalizzazione), l’anno scorso, con le stesse gare giocate, i punti erano 35. Grazie al prezioso lavoro di mister Italiano e di tutto il suo staff, la squadra granata ha espresso un bel gioco andando in rete per 30 volte (risultando il secondo migliore attacco) e incassandone 13 ( 5a miglior difesa).

PRESENZE E MINUTI

I giocatori che hanno timbrato il cartellino in tutte e 18 le partite disputate sono 4: Dini, Corapi, Evacuo e Tulli. Seguono con 17 presenze: Scrugli, Costa Ferreira, Taugourdeau e Nzola, a 16 ci sono Mulè, Aloi e Golfo. Segue Toscano (15) e Pagliarulo (14). Gli unici a non aver mai giocato in campionato sono i portieri di riserva Ferrara, Ingrassia e Kuchich, i calciatori D’Anca, Tolomello e Mastaj. In totale su 18 gare sono stati giocati 1.620′ minuti e solamente Andrea Dini li ha giocati tutti, dietro di lui il più utilizzato dal “professore” Italiano è Francesco Corapi  con 1579 minuti disputati.

RETI

Il rapporto migliore – anche se relativo perché i numeri sono ancora troppo bassi – è quello di Mbala Nzola: con 3 reti in 601’ giocati con il ritmo di un gol ogni 200’. Il miglior marcatore rimane Felice Evacuo con 5 reti, interessante però è il dato sul centrocampo con i gol molto ben distribuiti: Taugourdeau (4), Corapi (3), Aloi (2), dalla mediana sono arrivate 8 marcature. Bene il dato della difesa, a segno in questa prima parte della stagione con quasi tutti gli interpreti: Pagliarulo (1), Mulè (1), e Ramos (1). In attacco Tulli (4), Golfo (3) Dambros (2) e Ferretti (1). In sostanza su 30 reti segnate: 9 arrivano dai centrocampisti, 3 dai difensori e 18 dagli attaccanti.

I PIU’ CATTIVI

Il giocatore con il maggior numero di ammonizioni è João Silva (5), seguito da Costa Ferreira con 4 gialli.  Nzola, Evacuo, Taugourdeau, Mulè sono a quota 2, Corapi, Tulli, Ferretti, RamosAloi e Scrugli a quota 1. In totale le ammonizioni  sono 23.

Numeri importanti per una squadra costruita dal giovane direttore Raffaele Rubino che, appena arrivato, nella sua testa ha fatto chiarezza su quali fossero i giocatori da mantenere in rosa e su quali ruoli invece intervenire. Facile a dirsi, molto più difficile a farsi, ma nonostante l’estate tribolata, con la conferma di qualche senatore e grazie anche alle sue intuizioni, ha costruito una squadra quadrata e competitiva che dirà sicuramente la sua in questo  lungo campionato.

Be the first to comment on "Trapani al giro di boa, un girone di andata con i fiocchi!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*